FacebookTwitter
AVVISI: Benvenuto nel sito dell'IRIAD ~ Seguici anche sui nostri profili social

PARTNERSHIP: Istituzioni, organismi e associazioni del settore sicurezza, pace e disarmo in Italia e nel mondo che collaborano con l'IRIAD


• ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE

Amnesty International: Tutte le notizie sulle violazioni dei diritti umani nel mondo e come armarsi di mouse e tastiera per sottoscrivere appelli per salvare persone incarcerate per reati d'opinione o condannate a morte. Vi è pubblicato integralmente il rapporto annuale. E' possibile iscriversi ad una mailing list, per restare costantemente aggiornati sull'attività dell'associazione. 


Antenne di pace: Notizie dai caschi bianchi in servizio civile nel mondo. I Caschi bianchi sono giovani volontari e volontarie in servizio civile all'estero impegnati in missioni dipromozione della pace, dei diritti umani, dello sviluppo e della cooperazione fra i popoli, all'interno di unprogetto elaborato congiuntamente da Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Caritas italiana,Volontari nel mondo - Focsiv, e Gavci. 


Caritas: La Caritas Italiana è l'organismo pastorale costituito dalla Conferenza Episcopale Italiana al fine di promuovere, anche in collaborazione con altri organismi, la testimonianza della carità della comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi ed ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica. E' il maggior ente convenzionato in Italia per avere obiettori. 


Centro Antirazzista e sui Rapporti Italia/Sudafrica Benny Nato OnlusIl Centro Antirazzista e sui Rapporti Italia/Sudafrica Benny Nato Onlus è una organizzazione senza finalità lucrative e svolge la propria attività nel settore della cultura, dell’assistenza sociale e socio sanitaria, nella formazione e nella tutela dei diritti civili, politici e sociali. Il Centro, che raccoglie l’esperienza del Coordinamento Nazionale Anti Apartheid, è stato intitolato a Benny Nato, esule in Italia e rappresentante dell’ANC di Nelson Mandela, che dal 1985 al 1992 ha svolto nel nostro Paese una grande attività per farci conoscere gli orrori dell’apartheid in Sudafrica e ha contribuito al rafforzamento della nostra cultura antirazzista. Presidente del Centro è il Dr. Vincenzo Curatola ex Portavoce del Coordinamento Nazionale Anti Apartheid. 


CIPAX: Il Centro Interconfessionale per la Pace è come si definiscono nel sito 'un cantiere di pace', che lavora per la costruzione della giustizia, della pace e della salvaguardia del creato, attraverso il dialogo tra tutte le religioni. 


Centro per la Pace e la Nonviolenza dell'Ovadese “Rachel Corrie”: E’ nato nel 2002, su iniziativa del Sindaco di Lerma, Massimo Arata e di un gruppo eterogeneo di persone che rappresentano il mondo dell’associazionismo locale. Ha raccolto da subito l’adesione di molti Comuni della zona, delle associazioni e di singoli cittadini nella finalità comune di contribuire alla costruzione di un’autentica cultura della pace e della nonviolenza attraverso il dialogo, le azioni quotidiane, l’educazione, la tolleranza, la giustizia. 


Comunità di Sant'Egidio: La Comunità di Sant’Egidio nasce a Roma nel 1968, all’indomani del Concilio Vaticano II. Oggi è un movimento di laici a cui aderiscono più di 40.000 persone, impegnato nella comunicazione del Vangelo e nella carità a Roma, in Italia e in più di 60 paesi dei diversi continenti. E' “Associazione pubblica di laici della Chiesa”. Il sito della Comunità di Sant'Egidio è particolarmente ricco di informazioni, sia per quanto concerne le iniziative dell'organizzazione, sia per quanto concerne le informazioni e le notizie sulle aree di crisi del pianeta. Il sito rispecchia la vocazione internazionale e pacifista della Comunità. 


Emergency: Emergency è un'associazione italiana indipendente e neutrale, che offre assistenza medico-chirurgica gratuita e di elevata qualità alle vittime civili delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà. Emergency promuove  una cultura di solidarietà, di pace e di rispetto dei diritti umani. 


Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai: L’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai riunisce coloro che in Italia seguono e praticano il Buddismo insegnato da Nichiren Daishonin, maestro giapponese del 13esimo secolo, e diffuso dalla Soka Gakkai. L’Istituto fa parte della Soka Gakkai Internazionale, l’organizzazione che promuove su scala mondiale i valori della pace, della cultura e dell’educazione. 


Mani Tese: Nel sito sono riportate le informazioni sulle campagne ed i progetti dell'associazione, che lavora per favorire l'instaurazione di nuovi rapporti fra i popoli. 


Medici senza frontiere: Medici Senza Frontiere - MSF è un'organizzazione internazionale privata nata per offrire soccorso sanitario alle popolazioni in pericolo e testimoniare delle violazioni dei diritti umani cui assiste durante le sue missioni. MSF è indipendente e non è legata a partiti politici o a confessioni religiose, non ha scopo di lucro, agisce secondo l'universale etica medica senza discriminazione alcuna di razza, religione, sesso o opinioni. MSF chiede che il diritto all'assistenza umanitaria sia rispettato e che le sia garantita piena libertà di svolgere le sue missioni. 


Movimento Giovanile Missionario delle Pontificie Opere Missionarie: Nato nel 1972 in seno alla Pontificia Opera della Propagazione della Fede, svolge il suo servizio nella Chiesa locale, all’interno del Centro Missionario Diocesano con il Direttore dell’Ufficio Missionario Diocesano e in collaborazione con altri settori della pastorale diocesana: Pastorale Giovanile, Vocazionale, Scolastica, Caritas, Migrantes, Ecumenismo e Dialogo e altri. 


Pax Christi: Pax Christi è un movimento internazionale per la pace, fondato nel 1945 per iniziativa di Mons. Thèas e M.me Dortel - Claudot. Nato come movimento di preghiera, riconciliazione e coscientizzazione, 'Pax Christi in Regno Christi' fu la prima campagna organizzata dal movimento per favorire la riconciliazione delle popolazioni francesi e tedesche. I settori di lavoro sono educazione alla pace, spiritualità e pastorale della pace, non violenza, disarmo e sicurezza, rapporto est-ovest, diritti umani, attività giovanili ed estive. 


Unimondo: Unimondo nasce nel 1998 dall'iniziativa della Fondazione Fontana Onlus di Padova, in collaborazione con la Fondazione Opera Campana dei Caduti di Rovereto e la Cooperativa Sociale Kaleidoscopio di Trento. Il partner tecnologico è la Coop. Delta Informatica di Trento. Nel 2001, Unimondo è diventata un'associazione non profit. La sua missione è quella di diffondere un'informazione qualificata e pluralista sullo sviluppo umano sostenibile, l'ambiente, la pace, i diritti umani. Il sito è ricco di informazioni e aggiornato. 


Business and Human Rights Conform (BHRC) è un organizzazione non governativa (ONG) fondata da un gruppo di studenti dell'Università di Zurigo con lo scopo di favorire in Svizzera un'economia sociale e sostenibile. L'Organizzazione utilizza un metodo accademico ed imparziale ed è impegnata in numerosi campi di ricerca,  in particolare sull'applicazione del divieto di investire nelle armi nucleari da parte degli istituti finanziari svizzeri e delle imprese. Durante le sue attività, il BHRC rimane in contatto con i parlamentari e l'amministrazione svizzera, le organizzazioni nazionali e internazionali (come la Croce Rossa Internazionale), la società civile e le istituzioni finanziarie; valuta, inoltre, le condizioni per le negoziazioni e organizza networking tra le parti interessate. 


SCRAP (Strategic Concept for the Removal of Arms and Proliferation) è un’organizzazione con sede a Londra. SCRAP propone un approccio olistico al disarmo globale, mediante l’adozione di un accordo legale internazionale per il disarmo completo e generale. Tale proposta attinge alle migliori prassi, contenute in trattati e accordi sul disarmo già esistenti, al fine di espandere le attuali concettualizzazioni di ciò che si può effettivamente fare nell’ambito del disarmo. Il team di SCRAP si compone di alunni, ex-alunni e docenti dell’Università SOAS ed è supportato da un comitato di accademici e leader di varie ONG internazionali.

- Focsiv/Pontificia Università Lateranense nell'ambito della SPICeS (Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo) e del Master in Nuovi orizzonti di cooperazione e diritto internazionale.

• ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

 AeroSpace and Defence Industries Association of Europe -ASD: L'AeroSpace and Defence Industries Association of Europe - ASD rappresenta le industrie aeronautiche, spaziali della difesa e della sicurezza in Europa in tutti i campi di interesse comune con l'obiettivo di promuovere e sostenere lo sviluppo competitivo del settore. ASD ha 32 associazioni partner in 21 paese in Europa e rappresenta oltre 2000 aziende con oltre 80.000 subfornitori, per un totale di 638.000 addetti. Il Segretariato dell’ASD ha sede a Bruxelles e ha un ufficio a Parigi. 


ONU Rome Unicri Liaison Office: In Italia l'ufficio di Roma dell'UNICRI, (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute), ubicato nella sede dell'ex UNIC Roma, funge anche da antenna di supporto all'UNRIC di Bruxelles, in base ad un accordo tra il Dipartimento della Pubblica Informazione di New York, l'Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine di Vienna, e il Governo italiano. Tale antenna, in costante coordinamento con Bruxelles, promuove a livello locale gli obiettivi e le attività delle Nazioni Unite. A tal fine collabora con l'UNRIC nel mantenimento delle relazioni con le istituzioni pubbliche e private, la società civile e gli organi di informazione. Presso l'ufficio è possibile consultare sia la documentazione più recente sia quella "storica" dell'ex UNIC Roma. 


Organisation for the Prohibition of Chemical Weapons: La Convenzione prevede che l'Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche (OPAC) assicuri l'attuazione della Convenzione, fornisca assistenza e protezione a tutti gli Stati Parte vittime di minacce o aggressioni con armi chimiche e promuova la cooperazione internazionale per lo sviluppo della chimica a fini pacifici. Essa opera attraverso attività ispettive, misure di assistenza e protezione, promozione dello sviluppo economico e tecnologico. 


Security Council Report: Il Security Council Report è un’organizzazione indipendente e senza scopo di lucro affiliata al Columbia University's Center on International Organization. Il Security Council Report fu fondato su iniziativa del primo Segretario generale dell’ONU, Kofi Annan, e con l'appoggio dei governi di Canada e Norvegia, la Fondazione di Rockefeller, il John D. e Catherine T. Fondazione di MacArthur, ed il William e Flora Fondazione di Hewlett. Il Security Council Report intende offrire informazioni accurate ed obiettive, nonché analisi sulle attività del Consiglio di Sicurezza, pubblicando rapporti regolari sull’attività del Consiglio.

• ISTITUZIONI

 - Ministero degli Affari Esteri: La Direzione Generale per gli Affari Politici Multilaterali ed i Diritti Umani è competente per le questioni attinenti ai problemi della sicurezza internazionale, del disarmo e del controllo degli armamenti e della non proliferazione. On line sono disponibili le posizioni ufficiali del governo italiano in merito ai problemi del disarmo, tra cui Armi Nucleari, Armi Biologiche, Armi Chimiche, La Risoluzione 1540, Armi Convenzionali, Convenzione di Ottawa, Armi di Piccolo Calibro e Leggere (SALW), Controllo degli Armamenti Convenzionali in Europa. 


Ufficio Nazionale per il Servizio Civile - UNSC: È il sito ufficiale dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, istituito presso la Presidenza del Consiglio . E' possibile trovarci tutte le informazioni necessarie a chi desidera dichiararsi obiettore al servizio militare e svolgere servizio civile.

• NETWORK

Economists for Peace and Security: EPS è  un'organizzazione non governativa formata da economisti, scienziati e cittadini impegnati sui temi della pace, del conflitto, della guerra ed dell'economia. EPS  è riconosciuta dall’ONU ed è costituita da tredici  organizzazioni affiliate che promuovono analisi economiche ed azioni mirate per la pace, la sicurezza e l'economia mondiale. Lavora a livello locale, regionale ed internazionale per ridurre le spese militari e sostenere trasformazioni politiche per un futuro di pace. 


International Action Network On Small Arms (IANSA): IANSA è un network internazionale di oltre 340 organizzazioni provienti da 71 paesi che lavorano per prevenire la proliferazione e l'abuso di armi leggere e di piccolo calibro. Il network aiuta a coordinare le attività condotte da un'ampia gamma di organizzazioni che si occupano di diritti umani, educazione allo pace, promozione dello sviluppo, controllo della proliferazione degli armenti. IANSA fornisce un framework di riferimento all'interno del quale queste organizzazioni possono sostenersi ed imparare a vicenda.


IPB - International Peace Bureau: L’IPB è la federazione internazionale pacifista piu’ antica e piu’ estesa del mondo: fu fondata nel 1892 e vinse il Premio Nobel per la pace nel 1910. All’inizio del 2005 la sua rete conta 250 organizzazioni, gruppi sia internazionali che nazionali/locali in oltre 60 Paesi. Il suo ruolo è quello di sostenere iniziative prese dall’ONU, dai governi, e sopratutto dai cittadini. 


Rete ControllArmi: Gli organismi aderenti a ControllARMI sono: ACLI - Amnesty International - Archivio Disarmo - ARCI - ARCI Servizio Civile - Associazione Obiettori Nonviolenti - Associazione Papa Giovanni XXIII -Associazione per la Pace - ATTAC - Beati i costruttori di Pace - Campagna Italiana Contro le Mine - Campagna di Obiezione alle Spese Militari - Centro Studi Difesa Civile - Conferenza degli Istituti Missionari in Italia - Coordinamento Comasco per la Pace - Emergency - FIM Cisl - FIOM Cgil - Fondazione Culturale Responsabilità Etica - Gruppo Abele - ICS - Libera - Movimento Internazionale della Riconciliazione - Movimento Nonviolento - OSCAR - Pax Christi - PeaceLink - Rete di Lilliput - Rete Radiè Resch – Un ponte per… 


Rete della pace: La Rete della Pace è un network di organizzazioni impegnate sulle tematiche della pace sorto nel 2013 (Acli, Acli Perugia, Agesci, Agesci Umbria, ANSPS, Archivio Disarmo, Arci, Arci Perugia, Associazione per la Pace, Associazione per la Pace Umbria, AssoPace-Palestina, Auser, Cgil, Cgil Umbria, Cnca, Cnca Umbria, Comitato Italiano della Mezza Luna Rossa, Comitato Italiano Movimento Europeo, Comitato Umbria (*), Coordinamento comasco per la pace, Corpi civili di pace, Fiom, Focsiv, Ipsia, Lega Italiana dei Diritti dei Popoli, Legambiente, Legambiente Umbria, Movimento nonviolento, Rete della Conoscenza, Rete studenti  degli medi, Rete studenti  degli medi, Tavola sarda per la Pace,  Uds, Udu, Udu, Un Ponte Per .., Us Acli). 


- Interventi Civili di PaceGli Interventi Civili di Pace si configurano come azione civile, non armata e nonviolenta di operatori professionali e volontari che, come terze parti, sostengono gli attori locali nella prevenzione e trasformazione dei conflitti. L’obiettivo degli interventi è la promozione di una pace positiva, intesa come cessazione della violenza ma anche come affermazione di diritti umani e benessere sociale. Ne fanno parte  Archivio Disarmo, ARCI, ARCS, Ass. Papa Giovanni XXIII – Operazione Colomba, Associazione per la pace,  Berretti Bianchi, Casa per la Pace Milano, Centro Gandhi Edizioni, Centro Studi Difesa Civile, Centro Studi Sereno Regis, Conferenza Nazionale Volontariato e Giustizia, IPRI – Rete Corpi Civili di Pace, Libera, Mondo Senza Guerre e Senza Violenza, Movimento Internazionale di Riconciliazione – Italia, Movimento Nonviolento, Operatori di Pace Campania, Pax Christi – Italia, Peace Brigades International – Italia, Reorient ONLUS, Rete Artisti contro le Guerre, Servizio Civile Internazionale – Italia, Tavola della Pace Friuli Venezia Giulia, Un Ponte per… 

 

• ISTITUTI DI RICERCA / SCUOLE DI FORMAZIONE / CENTRI STUDI

 British American Security Information Council (BASIC): BASIC è un centro di ricerca indipendente che analizza le politiche governative e promuove presso l'opinione pubblica i temi della difesa, del disarmo, della strategia militare e delle poltiche sul nucleare allo scopo di aumentarne l'attenzione. 


- Bureau of International Security and Nonproliferation (ISN): Il Bureau of International Security and Nonproliferation (ISN) del governo degli Stati Uniti è responsabile della gestione delle questioni relative alla nonproliferazione, di controproliferazione e del controllo degli armamenti. ISN guida l’azione degli Stati Uniti per impedire la diffusione delle armi di distruzione di massa (biologiche, nucleari, chimiche). 


- James Martin Center for Nonproliferation Studies (CNS): Il James Martin Center for Nonproliferation Studies (CNS) svolge attività contro la proliferazione delle armi di distruzione di massa (WMD) attraverso la formazione di giovani esperti di nonproliferazione e mediante la diffusione di studi e ricerche. Il CNS è presso il Monterey Institute of International Studies ed è la più grande organizzazione non governativa statunitense impegnata esclusivamente nella ricerca e nella formazione sulla nonproliferazione. Il sito di questo centro studi con sede a Monterey (CA), è estremamente ricco di documentazione e aggiornato.


Centre de Documentation et de Recherche sur la Paix et les Conflits (CDRPC): Creato nel 1984, il CDRPC è uno dei principali centri indipendenti che svolge ricerche e diffonde informazioni sulle questioni della difesa e della sicurezza. Le attività del centro si articola prioritariamente attorno a 2 temi principali: le forze nucleari francesi; il commercio di armamenti; l'industria di armamenti. 


Centro Studi Difesa Civile: Il Csdc promuove ricerche sui temi della gestione costruttiva dei conflitti, del potenziamento degli strumenti civili ad integrazione della difesa militare e alle politiche di sicurezza dell'Italia e dell'Unione europea. In campo formativo, il Csdc pianifica e attua corsi di formazione volti alla professionalizzazione degli operatori umanitari e dei mediatori di pace impegnati in situazioni di conflitto e peacebuilding. Infine, il Csdc promuove e/o partecipa ad iniziative politiche e campagne di informazione volte a sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sulle potenzialità delle strategie di prevenzione e gestione costruttiva dei conflitti. 


CIRPAC: Le Università di Siena, Firenze, Pisa, e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa hanno deciso nel 2004, su iniziativa del Prof. Enrico Cheli, di aggregare e porre in rete le rispettive competenze e risorse tecnicoscientifiche e didattiche dando vita al CIRPAC - Centro interuniversitario di ricerca per la pace, l’analisi e la mediazione dei conflitti. 


Federation of American Scientists: La Federation of American Scientists conduce ricerche su scienza, tecnologie e politiche pubbliche, incluse la sicurezza nazionale, il commercio di armamenti, le armi nucleari. La FAS è un'organizzazione non-ptofit tra i cui sostenitore conta ben 58 Premi Nobel americani. Federation of American Scientists 1717 K St., NW, Suite 209 Washington, DC 20036 Tel: (202)546-3300 Fax: (202)675-1010 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  


Fondazione Scuola di Pace di Montesole: Nata nel 2002 ha sede legale, direzione e struttura operativa nel Parco Storico di Montesole, istituito con legge della Regione Emilia Romagna nel 1989, ed ha lo scopo di promuovere iniziative di formazione ed educazione alla pace, alla trasformazione nonviolenta dei conflitti, al rispetto dei diritti umani, per la convivenza pacifica tra popoli e culture diverse, per una società senza xenofobia, razzismo ed ogni altra violenza verso la persona umana ed il suo ambiente. 


GRIP - Groupe de recherche et d'information sur la paix et la sécurité: Il Grip nasce a Bruxelles nel 1979, sotto l’impulso della questione degli Euromissili, e si sviluppa nel particolare contesto della guerra fredda. Attraverso la sua attività di ricerca e informazione, il Grip intende contribuire alla costruzione di un mondo meno armato e più sicuro. Il sito, disponibile in francese e inglese, offre informazioni sul gruppo di ricerca e sulle sue attività. 


IRAQ BODY COUNT: Questo è un progetto di Sicurezza Umana mirato alla creazione di una banca dati pubblica, indipendente e completa (basata sui resoconti delle agenzie e delle testate giornalistiche) dei civili morti in Iraq in seguito ad azioni militari dirette degli USA e delle forze alleate nel 2003. Il progetto trae origine dal lavoro svolto dal Professor Marc Herold, che ha redatto il più completo rapporto sulle vittime civili della guerra in Afghanistan dall'ottobre 2001 ad oggi; la metodologia è stata elaborata in stretta collaborazione con lui. 


Observatoire des transferts d'armements: Creato nel 1994, l’Osservatorio dei trasferimenti d’armi, indipendente da tutte le organizzazioni politiche o confessionali, si pone come obiettivo di effettuare ricerche sui trasferimenti di armi (paesi acquirenti di armi francesi, tipi di materiale venduto, ammontamento dei contratti), sull’industria armiera (seguendo l’evoluzione di questo settore industriale) e la politica di difesa. 


ONU Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite (UNRIC): Il Centro Regionale di Informazione delle Nazioni Unite (UNRIC) è stato inaugurato a Bruxelles il 1 gennaio 2004. Il Centro Regionale sostituisce i nove Centri di Informazione che erano basati in Europa (Atene, Bonn, Bruxelles, Copenhagen, Lisbona, Londra, Madrid, Parigi e Roma) e che sono stati chiusi il 31 dicembre 2003, in seguito a una decisione adottata durante la 58° sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. UNRIC è destinato a coprire tutta l’Europa occidentale e fornire informazioni e documentazione ai paesi della regione con sempre maggiore efficacia con il progressivo stabilizzarsi della sua nascente struttura. Il suo raggio d’azione copre tutti i segmenti della società, i progetti e gli eventi organizzati con i rispettivi partners, tra cui governi, media, ONG, istituzioni ed autorità locali. UNRIC ha inoltre il compito di continuare a distribuire materiale informativo, rapporti e documenti delle Nazioni Unite, comunicati stampa, manifesti, schede di informazione e pieghevoli illustrativi delle varie attività delle Nazioni Unite. 


Osservatorio Permanente sui Conflitti dimenticati: L'idea, frutto della collaborazione tra Caritas Italiana e Pax Christi Italia, a seguito di una riflessione comune sull'enciclica giovannea "Pacem in Terris", cerca anzitutto di offrire continuità e consolidamento all'impegno profuso dai due organismi promotori rispetto ai conflitti armati e alle loro tragiche conseguenze. Obiettivo del progetto è quello di rafforzare la linea di impegno verso una migliore informazione rivolta prevalentemente alle realtà impegnate nello sforzo missionario e pastorale e di svolgere un ruolo educativo nel porre le basi e le condizioni per una crescita della consapevolezza delle minacce alla pace e dei segnali di speranza che si accendono nelle situazioni di conflitto. delle "reti" internazionali nei quali sono attivi i due soggetti promotori. Oltre alle informazioni dettagliate sui vari conflitti, è possibile incontrare strumenti per l'animazione pastorale delle comunità e la crescita di una cultura di pace e d'impegno per essa. 


NPT-TV.NET: E’ una piattaforma creata da studenti tedeschi “Student Peace Bureau” sulla quale esperti, ONG e scienziati si possono informare sui temi del TNP. Così è nata NPT TV, un sito sul quale vengono pubblicate interviste con politici, ONG, delegati e scienziati. 


- Parco nazionale della pace CAM: E’ stato istituito a S. Anna di Stazzema (Lucca) con la Legge 381 del 2000, con l’obiettivo di mantenere viva la memoria storica dei tragici eventi dell’estate del 1944 ed educare le nuove generazioni ai valori della pace, della giustizia, della collaborazione e del rispetto fra i popoli e gli individui. 


Peace Research Institute Frankfurt (PRIF): Il Peace Research Institute Frankfurt (PRIF) è stato fondato in 1970 dal governo dello stato di Hesse come una fondazione indipendente. La sua costituzione garantisce al PRIF la piena libertà di ricerca. PRIF non svolge ricerche su incarico. Con uno staff di oltre 60 persone PRIF è attualmente il più grande istituto di ricerche sulla pace, nonché il più antico in Germania. Il lavoro del PRIF è orientato ad identificare le cause dei conflitti armati internazionali ed interni, svolgendo ricerche sulle condizioni necessarie per la pace, intesa come processo di riduzione della violenza e d’incremento della giustizia, nonché diffusione dei concetti di pace. 


International Peace Research Institute, Oslo (PRIO): PRIO è stato fondato nel 1959 ed è divenuto completamente indipendente nel 1966. Fu uno dei primi centri di ricerche sulla pace nel mondo ed è l’unico istituto di ricerche sulla pace della Norvegia. PRIO è un istituto indipendente con staff internazionale. Lo staff comprende circa 55 persone, di cui due terzi sono ricercatori (allievi compresi di PhD). Oltre ad essi, ci sono 5-10 allievi di mA. La ricerca a PRIO si concentra sulle possibili azioni oltre i conflitti armati e sugli sviluppi della pace. Oltre alla ricerca teorica ed empirica, PRIO inoltre conduce attività politicamente orientate e si aggancia nella ricerca delle soluzioni nei casi di conflitto armati in atto o potenziali. PRIO ospita gli uffici editoriali di due periodici internazionali pubblicati da SAGE a Londra: Journal of Peace Research e il Security Dialogue. La biblioteca del PRIO possiede un nucleo di testi relativi a ricerche sulla pace, sulla democrazia, sulla politica di sicurezza, sul disarmo e sulle questioni ambientali. 


Polemos – Conflitti, Conoscenza e Azione - Scuola di Studi e Formazione sui Conflitti Polemos è una scuola di formazione e studi sui conflitti. Scuola è ogni situazione e relazione in cui si esprime l'educazione, l'atto di educare, del lasciare esprimere le diversità specifiche e distintive di ognuno. L'apprendimento che emerge dalla relazione è un continuo processo di elaborazione del conflitto. Polemos è quindi un luogo di incontro, studio, ricerca ed educazione sugli aspetti intrapsichici, interpersonali, di gruppo, collettivi e istituzionali del conflitto. 


SIPRI - Istituto Internazionale di Ricerca sulla Pace di Stoccolma: L'Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma, è il più prestigioso al mondo per le informazioni sugli armamenti, spese militari, armi chimiche e batteriologiche. Il sito è il lingua inglese. 


- Small Arms Survey: Small Arms Survey è un progetto di ricerca indipendente costituito presso il Graduate Institute of International Studies a Ginevra (Svizzera), con lo scopo di essere la principale fonte d’informazione su tutti gli aspetti delle piccole armi e come risorsa per governi, politici, ricercatori e attivisti. Il progetto è fomato da un’équipe internazionale esperta in studi sulla sicurezza, scienze politiche, sociologia, risoluzione dei conflitti ecc. Lavora in network mondiale con altri ricercatori e partner. 


Centre d’Estudis per la Pau J.M. Delàs (Study Centre for Peace J.M. Delàs) è parte della rete Justícia i Pau (Justice and Peace). Esso è stato fondato nel 1999, a seguito della Campanya Contra el Comerç d’Armes – C3A (Campaign against Arms Trade - C3A) iniziata nel 1988 ed è situato a Barcellona. Attualmente, svolge attività di ricerca e documentazione nelle materie del disarmo e della pace. 

• CAMPAGNE

 - Campagna Abolition 2000: Abolition 2000 è un network di oltre 2.000 organizzazione in più di 90 paesi che lavorano nel mondo per un trattato globale per eliminare le armi nucleari. 


Campagna Banche Armate: Sito dedicato all'analisi e alla diffusione dei dati riguardanti le Banche Italiane che finanziano e supportano le esportazioni italiane di armi. 


- Campagna 'Un futuro senza atomiche': La campagna 'Un futuro senza atomiche' ha avviato una raccolta di firme per una legge d’iniziativa popolare affinché si dichiari l’Italia “Paese Libero da Armi Nucleari”. Dal sito: “In Italia abbiamo” 90 testate atomiche. Non dovrebbero esserci. Nel 1975 l’Italia ha ratificato il Trattato di Non Proliferazione nucleare impegnandosi (art. 2) a non produrre né ad accettare mai sul proprio territorio armi nucleari. Secondo il diritto internazionale, l’Italia le deve rifiutare. Per Alleanza (NATO), invece, le accetta.” 


Campagna Italiana per la Messa al Bando delle Mine: La Campagna Italiana per la Messa al Bando delle Mine viene lanciata ufficialmente il 1 dicembre 1993 con una conferenza internazionale promossa da Mani Tese, Pax Christi, Greenpeace, Oscar-Ires Toscana, Servizio Civile Internazionale, Lega per i Diritti e la Liberazione dei Popoli, Gruppo Verdi al Senato, Archivio Disarmo con l'obiettivo primario di denunciare il ruolo italiano e sensibilizzare l'opinione pubblica del nostro paese sulla crisi umanitaria provocata nel mondo da questi ordigni, dei quali mai si era parlato sulla stampa, o nel dibattito politico. L'intento è quello di avviare il dibattito su questo tema, ed iniziare un'azione di lobby su parlamento e governo. L'azione della Campagna si indirizza con forza a favore del processo di Ottawa. Il lavoro di campaigning prosegue sul tema della ratifica del Trattato di Ottawa, sulla questione dell'impegno italiano a favore dello sminamento umanitario e dell'assistenza verso le vittime delle mine. Coordinamento: Via Nizza, 154 - 00198 Roma tel 06.85800693 - tel/fax 06.85304326; email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


- International Campaign to Ban Landmines: E' il sito della campagna internazionale per la messa al bando delle mine antiuomo, premio Nobel per la pace nel 1997. Il sito è ricco di documentazione, materiali, aggiornamenti, dati.


- ICAN: La Campagna Internazionale per l'Abolizione delle armi Nucleari (International Campaign to Abolish Nuclear Weapons) , una coalizione con più di 300 membri in 80 paesi,  lavora per mobilitare le persone in tutti i paesi col fine di ispirare, persuadere e fare pressione sui loro governi con lo scopo di avviare e sostenere i negoziati per un trattato di messa al bando delle armi nucleari.

• RIVISTE E PORTALI ON LINE

- Comportamenti di Pace: Un sito che funge da cassa di risonanza per ogni tipo di comportamento di pace e che si pone l’obiettivo finale di un nuovo ordine internazionale democratico. 


Nigrizia: Nata nel gennaio 1883 per dare notizia della vita delle missioni in Sudan e delle popolazioni che lo abitavano, Nigrizia col passare degli anni presenterà il continente africano anche nella sua realtà sociopolitica, economica, culturale. Negli ultimi decenni la rivista dà sempre più importanza alle relazioni Nord/Sud, con particolare attenzione alle nuove problematiche della missione, agli effetti del sistema economico sul continente e ad una pluralità di 'Afriche', nonché ai problemi della pace e del disarmo. Nigrizia è edita dalla Provincia Italiana della congregazione dei Missionari Comboniani del Cuore di Gesù (ente ecclesiastico Collegio Missioni Africane). 


Saferworld: SAFERWORLD è un think tank indipendente, con sede a Londra, che si occupa di identificare, sviluppare e diffondere approcci efficaci per fermare e prevenire i conflitti armati. 


Peacelink: E' un vero e proprio portale pacifista. Il primo ad aprire in Italia è sicuramente uno dei punti di riferimento per districarsi nella rete nonviolenta italiana. Ci si trovano notizie, documenti, campagne, appuntamenti e tanti link. Molte associazioni trovano spazio al suo interno. Ha attivato diverse mailing-list sui più disparati argomenti, dall'obiezione all'animalismo. 


Peacereporter: E’un quotidiano online che tratta temi internazionali, è una agenzia di stampa e di servizi editoriali, nato da una idea dell’agenzia  giornalistica Misna (Missionary Service News Agency) e della organizzazione umanitaria Emergency. 


Pace e diritti umani: L´Assemblea legislativa e la Giunta della Regione Emilia Romagna sono i principali partner del progetto "Pace e diritti umani", che ha lo scopo di offrire al mondo associativo ed istituzionale regionale nuove occasioni di conoscenza, confronto, informazione. Questo progetto si ispira alla Legge Regionale 24 giugno 2002 n.12 "Interventi Regionali per la Cooperazione con i Paesi in Via di Sviluppo e i Paesi in Via di Transizione, la Solidarietà  Internazionale e la Promozione di una Cultura di Pace" e intende sostenere le attività in essa descritte, compreso l’istituendo Osservatorio regionale sulle politiche di cooperazione. Hanno collaborato a questo progetto l´Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) dell´Emilia Romagna, l´Istituto di Ricerca Educativa (IRRE) dell´Emilia Romagna e il Dipartimento di Storia dell´Università di Bologna. 


Foreign Policy TodayLanciata nel Settembre 2013, FPT è una piattaforma online che analizza gli eventi globali di rilevanza attuale per la politica estera statunitense, con particolare riguardo a quanto accade in Medio Oriente. FPT cerca di andare al di là della prospettiva offerta dai media tradizionali, fornendo una visione diversa e stimolante sugli eventi attuali che influenzano la politica estera statunitense.


- Comune-info sito di informazione che racconta il cambiamento sociale profondo, spesso poco visibile, prodotto da reti, organizzazioni e movimenti che mettono in discussione il profitto e la mercificazione delle relazioni, dei beni di consumo e delle persone, ma soprattutto quello è il progetto di persone comuni, che nella vita di ogni giorno, tra limiti e contraddizioni, sperimentano relazioni diverse da quelle di tipo capitalista tipiche della globalizzazione. 

APPUNTAMENTI

Ottobre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
Nessuna immagine
18:00
Roma, Italia
Data :  06 10 2017
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

VETRINETTA

Area riservata



Link utili                                       

Ministero degli Affari Esteri
Ministero della Difesa
Sicurezza della Repubblica
Nazioni Unite
NATO

Instagram

Utilizziamo cookie e tecnologie analoghe, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione, senza negare il consenso, approvi l’uso dei cookie.