FacebookTwitter
AVVISI: Benvenuto nel sito dell'IRIAD ~ Seguici anche sui nostri profili social

Interrogazione in Commissione Difesa sulle modifiche alle fregate classe FREMM

Legislatura: XVII

Atto camera: Interrogazione a risposta in commissione 5-08460 -  IV COMMISSIONE (DIFESA)

Seduta: 610 del 20/04/2016

Presentato da: Frusone Luca

Firmatari: FRUSONE, BASILIO, CORDA, RIZZO, TOFALO e PAOLO BERNINI (M5S)

Destinatari: MINISTERO DELLA DIFESA

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLA DIFESA delegato in data 20/04/2016



TESTO DELL'INTERROGAZIONE

Al Ministro della difesa . — Per sapere – premesso che: 
la Marina militare ha in via di acquisizione complessivamente dieci unità navali classe FREMM, un progetto bilaterale con la Marine Nationale francese; 
a partire dalla metà del 2013, su disposizione del Capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, dette fregate, comprese quelle già costruite, vennero sottoposte ad un programma di, modifiche interne alquanto impegnativo che prevedeva, secondo quanto precisato dall'appunto SP/170 in data 25 luglio 2013 del direttore della direzione degli armamenti navali ammiraglio ispettore capo Ernesto Nencioni: la revisione e il cambio di configurazione di quadrati e mense, l'unificazione degli alloggi ammiraglio e comandante, la realizzazione di una sea cabin del comandante in plancia; 
dallo stesso appunto risulta che il preventivo di spesa proposto da Fincantieri per la realizzazione di suddette modifiche variava da 10,97 a 12,986 milioni di euro per la riconfigurazione del quadrato e mense e circa 30 milioni per l'unificazione degli alloggi ammiraglio e comandante e la creazione di una sea cabin in plancia; 
dallo stesso appunto dell'ammiraglio Nencioni risulta che le residuali disponibilità economiche del programma FREMM non erano tali da garantire la copertura di tale spesa; 
in risposta, con lettera protocollo 1132 del 12 agosto 2013, l'ammiraglio De Giorgi sollecita l'effettuazione dei lavori, definiti «irrinunciabile obiettivo», anche per garantire i «desiderati livelli di rappresentanza in particolare con comando complesso imbarcato»; 
in una successiva lettera del 3 settembre 2013 protocollo 0708729, l'ammiraglio Nencioni informava De Giorgi che Fincantieri sarebbe stata disposta ad accordare uno sconto del 15 per cento sui lavori al quadrato ma nessuna riduzione invece per l'unificazione degli alloggi ammiraglio e comandante; 
un comunicato stampa dello Stato maggiore della Marina in data 12 aprile 2016 con riferimento alle notizie apparse su vari organi di stampa relativamente a detti lavori aggiuntivi alle navi classe FREMM sostiene: «Per quanto riguarda le modifiche alle unità navali FREMM, non hanno richiesto fondi aggiuntivi, rispetto a quelli previsti dal programma. Le modifiche erano necessarie per migliorare la polivalenza dei locali bordo, al fine del loro utilizzo quali infermerie, aule briefing e aggiuntivi spazi di comando e controllo»; 
il comunicato in parola, mentre opportunamente non accenna affatto alla questione della adeguata rappresentanza di cui parla la lettera del Capo di Stato maggiore, conferma tuttavia che le modifiche di cui parlano le note dell'ammiraglio Nencioni, sono state effettivamente realizzate, anche se sostiene che non sarebbero stati necessari fondi aggiuntivi; 
l'affermazione appare alquanto fuorviante in quanto, se anche non fosse stato necessario rifinanziare il programma per pagare le modifiche, certamente sono stati utilizzati a tal fine i fondi accantonati per un importo complessivo di circa 40 milioni di euro che, diversamente, avrebbero potuto essere restituiti all'erario –: 
se trovi conferma l'effettuazione dei lavori alle fregate classe FREMM nei termini indicati negli appunti citati;
quale sia stato l'effettivo impegno economico e con quali fondi vi sia stato fatto fronte; 
se risponda a verità che l'ammiraglio ispettore capo Ernesto Nencioni rassegnò successivamente le dimissioni prima del raggiungimento dell'età pensionabile. 
(5-08460)




Fonte: www.camera.it

*I testi e i file multimediali disponibili nella categoria "Osservatorio parlamentare" di questo sito sono tratti dai portali web istituzionali della Camera dei Deputati (www.camera.it) e del Senato della Repubblica (www.senato.it) dello Stato italiano e riportati fedelmente senza alcuna modifica.

 

I contenuti di questo sito, ad eccezione dei "Comunicati stampa", non riflettono necessariamente posizioni ufficiali presenti o passate dell'IRIAD.

APPUNTAMENTI

Novembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
17:00
sala della protomoteca in Campidoglio, Roma, Italia
Data :  09 11 2017
11
12
13
14
15
10:00
Aula Magna ITET "Carducci-Galilei", Fermo, Fermo, Italia
Data :  15 11 2017
16
17
18
19
20
21
22
23
24
18:00
Scuderie estensi, Tivoli, 00019, Tivoli, Italia
Data :  24 11 2017
25
26
27
28
29
30

VETRINETTA

Area riservata



Link utili                                       

Ministero degli Affari Esteri
Ministero della Difesa
Sicurezza della Repubblica
Nazioni Unite
NATO

Instagram

Utilizziamo cookie e tecnologie analoghe, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione, senza negare il consenso, approvi l’uso dei cookie.