FacebookTwitter
AVVISI: Benvenuto nel sito dell'IRIAD ~ Seguici anche sui nostri profili social

Interrogazione e risposta sul Programma Missilistico MEADS

Immagine correlata
 
Legislatura: XVII
 
Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-08913
presentato da: FRUSONE Luca
Gruppo: M5S
Data firma: 
15/06/2016
testo presentato: 15 giugno 2016, seduta n. 638
 

FRUSONE, BASILIO, CORDA, RIZZO, TOFALO, BERNINI — Al Ministro della difesa . — Per sapere – premesso che: 

il 14 giugno 2016 i Ministri della difesa di Italia e Francia hanno firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo del missile Aster 30 Block 1NT (Nouvelle Technologie); 
il missile potenzierà i sistemi di difesa antiaerea e antimissilistica SAMP/T e Mamba in dotazione alle forze terrestri e aeree italiane e francesi, nonché i sistemi di difesa antiaerea e antimissilistica navali SAAM e PAMS in servizio in numerose marine; 
il comunicato ufficiale pubblicato sul sito del Ministero della difesa sostiene che «attraverso questo nuovo accordo, Italia e Francia rinnovano il loro impegno e la loro cooperazione di lunga data per i sistemi di difesa aerea basati sul sistema ASTER. Questa decisione testimonia la volontà comune di mantenere le capacità del sistema SAMP/T e del suo missile ASTER in linea con i più alti requisiti, in grado di rispondere all'evoluzione di tutte le minacce aeree. Essa permette inoltre di consolidare la cooperazione industriale fra THALES e MBDA nell'ambito del consorzio Eurosam, in una logica industriale europea volta anche verso l'esportazione»; 
una batteria SAMP/T del 4o reggimento artiglieria contraerei di Mantova è attualmente schierata in Turchia nell'ambito dell'operazione NATO « Active Fence»; 
nonostante ciò, l'Aeronautica militare italiana continua pervicacemente a perseguire un programma missilistico alternativo, il MEADS (Medium Extended Air Defense System), per quale l'Italia ha già speso oltre 500 milioni di euro per la fase di ricerca e sviluppo assieme a Stati Uniti e Germania; 
il programma MEADS, di cui è capocommessa la società statunitense Lockheed Martin, si trova attualmente in una fase di sospensione dopo l'abbandono dello stesso da parte degli Stati Uniti; 
inspiegabilmente l'Italia insiste invece a rimanere nel programma, nonostante lo stesso sia alternativo al programma SAMP/T completamente realizzato in Europa, già operativo e sostanzialmente sovrapponibile in termini operativi al MEADS; 
nel documento programmatico preliminare per la difesa 2016-2018 recentemente pubblicato, il programma è infatti inserito tra i programmi in corso di realizzazione e si prevede il «completamento degli impegni relativi allo sviluppo – in cooperazione con Germania ed USA, di un sistema missilistico superficie/aria di nuova generazione per la Difesa Missilistica, in grado di fronteggiare anche la minaccia rappresentata dai missili balistici tattici»; 
oltre mezzo miliardo di euro già spesi per lo sviluppo del MEADS, dal quale gli Stati Uniti si sono ritirati ormai due anni fa, costituisce a giudizio degli interroganti un cattivo uso di denaro pubblico e delle risorse disponibili per la difesa nazionale –: 
come il Ministro giustifichi l'intenzione di proseguire un programma missilistico, già abbandonato dagli Stati Uniti, partner principale dello stesso, che è un sostanziale duplicato di un sistema di difesa missilistica e aerea in servizio nelle Forze armate italiane; 
come si spieghi questa intenzione di duplicazione, mentre il Ministro sottoscrive accordi di sviluppo con la Francia per i missili Aster, alternativi ai missili del sistema MEADS; 
se non ritenga pertanto di annunciare senza indugio la sospensione di qualsiasi ulteriore attività per il programma MEADS e il definitivo ritiro dallo stesso. (5-08913)

 


TESTO DELLA RISPOSTA

Il sottosegretario Gioacchino ALFANO risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato.

Allo stato attuale, l'Italia non ha assunto alcun impegno ulteriore nel Programma MEADS (Medium Extended Air Defence System) e gli stanziamenti previsti nel DPP (Documento Programmatico Pluriennale) 2016- 2018, pari a circa 3 milioni di euro per l'esercizio finanziario 2016, rappresentano unicamente il saldo di oneri residuali della fase di sviluppo, terminata nel corso del 2015, ovvero, – come peraltro citato dall'onorevole interrogante –, il «completamento» di impegni già assunti, fin dal 2004. Ciò detto, nel merito dei quesiti posti con l'atto di sindacato ispettivo in esame, va evidenziato che il sistema MEADS non può ritenersi un duplicato del sistema SAMP/T (Surface-to-Air Missile Platform/Terrain) essendo stato progettato, sviluppato e qualificato per scenari diversi. Non si tratta, dunque, sul piano operativo, di una duplicazione quanto piuttosto di due sistemi complementari, rivolti a scenari e minacce di complessità e caratteristiche diverse. Concludendo, va evidenziato che gli investimenti effettuati nel Programma MEADS hanno permesso alla Difesa di acquisire e sviluppare un complesso di conoscenze, con ritorni significativi nel settore delle tecnologie avanzate.

 


Fonte: http://www.camera.it/leg17/320?comma=5 

 

I contenuti di questo sito, ad eccezione dei "Comunicati stampa", non riflettono necessariamente posizioni ufficiali presenti o passate dell'IRIAD.

APPUNTAMENTI

Aprile 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
Nessuna immagine
00:00
Sede IRIAD, Roma, Italia
Data :  01 04 2017
2
Nessuna immagine
09:00
Sede IRIAD, Roma, Italia
Data :  02 04 2017
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
11:00
Camera dei Deputati - Sala Salvadori, Roma, Italia
Data :  19 04 2017
20
21
Nessuna immagine
16:00
l’Istituto S. Giovanni Battista (via Livorno 91 – Roma), Roma, Italia
Data :  21 04 2017
22
23
24
25
26
27
28
29
30

VETRINETTA

Area riservata



Link utili                                       

Ministero degli Affari Esteri
Ministero della Difesa
Sicurezza della Repubblica
Nazioni Unite
NATO

Instagram

Utilizziamo cookie e tecnologie analoghe, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione, senza negare il consenso, approvi l’uso dei cookie.