FacebookTwitter
Benvenuto nel sito dell'IRIAD ~ Seguici anche sui nostri profili social

Industria Militare e Politiche di Riconversione

Industria Militare e Politiche di Riconversione

Sistema Informativo a Schede - Numero Speciale Novembre-Dicembre 2017

 

Il seguente numero speciale raccoglie quattro articoli di Luca Tartaglia, Valentina Leoni, Giulia Ferri, Giulia Rapicetta, riguardanti l'industria ed il commercio mondiale di armi, con un focus sulle ditte italiane. 

Nel primo contributo viene analizzato il panorama dell'industria bellica italiana la quale ha registrato un'importante crescita nel fatturato: nel 2016, solo le esportazioni italiane nel campo degli armamenti hanno raggiunto un picco di 14,6 mld di euro (+85,7% rispetto all’ultimo anno), attestando il Bel Paese tra i primi dieci esportatori mondiali.

Nel secondo articolo vengono portate in rassegna i tentativi di riconversione bellica individuati nel passato. Tra essi ricordiamo che la maggior parte delle proposte di riconversione furono introdotte a seguito di crisi aziendali come nel caso della Valsella Meccanotecnica. Inoltre, si opererà un’analisi di ampio respiro interrogandosi sul caso di Domusnovas, stabilimento della Rheinmetall Italia in cui vengono prodotte le bombe che l’Arabia Saudita impiega nel conflitto in Yemen.

Nel terzo contributo vengono analizzate le spese militari nel mondo, partendo dal Rapporto Annuale SIPRI (2017) arricchito con altre fonti dati. Nel 2016 gli Stati hanno speso complessivamente 1.686 miliardi di dollari per la loro difesa: per il terzo anno consecutivo il trend delle spese militari nel mondo continua ad essere in crescita (0.4%). Storicamente, gli Stati che più spendono sono Stati Uniti, Federazione Russa, Cina e Arabia Saudita, ma nell'ultimo anno appare rilevante il netto aumento di spesa militare dell'Unione Europea, in particolare dell'area centrale. Le uniche aree del mondo in cui è stato registrato un decremento sono l'Africa Sub-sahariana e il Sud America.

Infine, nell'ultimo articolo viene svolto un focus sul 10° capitolo del Rapporto Annuale SIPRI (2017), riguardante i trasferimenti internazionali di armi e gli sviluppi della produzione di armi nel mondo con un approccio macro. Secondo i dati correnti, USA, Russia e Cina sono i principali esportatori di armi nel mondo. In Europa invece hanno il primato Francia, Germania e Gran Bretagna. Le regioni che più ricevono le armi sono Medio Oriente e Asia (in particolare Arabia Saudita e Filippine). Anche l'Africa sta aumentando la quota di armi, sia in termini di aiuti militari sia con acquisti.

 

Scarica il PDF

APPUNTAMENTI

Giugno 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
19:30
Auditorium Don Pierino Arcieri E.P.A.S.S., Bisceglie, Italia
Data :  13 06 2018
14
15
16
17
18
19
20
21
22
10:00
Assisi, Sacro Convento di San Francesco
Data :  22 06 2018
23
24
25
26
27
28
29
30

Area riservata



Instagram

Utilizziamo cookie e tecnologie analoghe, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione, senza negare il consenso, approvi l’uso dei cookie.